Utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza i cookies. Usando il nostro sito web l'utente ne consente l’utilizzo. Per dettagli, cliccare qui.

thumb_07_historie_mit-einem-Putz.jpg

Storia della MEWA

Come diventare leader di mercato europei da un'idea semplice ma geniale

Un marchio che mostra la sua presenza - 2008- oggi

Oggi è possibile vedere quasi dappertutto il nostro principio multiuso: Più di un milione di persone interessate indossano in tutto il mondo l'abbigliamento MEWA. I nostri panni tecnici, gli zerbini, i coprisedili, gli articoli per il lavaggio e il banco di lavaggio con pennello vengono utilizzati dalle imprese di 23 paesi. Il concetto sostenibile del management tessile viene molto apprezzato da tutti gli utenti: Nel 2013 MEWA è stata nella classifica top 3 relativa ai premi tedeschi per la sostenibilità nella categoria "Prodotto / servizio più sostenibile della Germania".

Un comportamento sostenibile definisce anche oggi il nostro sviluppo. Quindi si prosegue la linea dell'impresa familiare, anche dopo il cambio ai vertici dell'impresa nel 2014 in relazione al consiglio di vigilanza e di amministrazione. Il consiglio amministrazione oggi è composto dai responsabili dei settori commerciali Bernhard Niklewitz, Michael Kümpfel, Ulrich Schmidt und Hans Peter Weidling, i quali con la loro esperienza sono legati a MEWA già da molti anni. Essi gestiscono gli affari allo stesso modo in impresa a conduzione familiare ed attuano con successo le strategie per un'espansione sostenibile: Gli stabilimenti a Immenhausen, Hameln e Manching sono stati ampliati; ci sono anche nuovi stabilimenti a Saarlouis e a Weil im Schönbuch. A Remy e Praga nel 2015 sono stati aperti nuovi interporti e ne è previsto un altro a Roma. In tal modo investiamo nel futuro. Noi siamo motivati, interessati e stimolati non da ciò che sarà importante domani, bensì dopodomani.

2000-2008 Un’impresa europea

A cavallo del nuovo millennio vengono definiti nuovi gruppi target con nuovi prodotti. Fra altre cose, MEWA si concentra soprattutto su abbigliamento protettivo altamente specializzato e porta sul mercato una nuova generazione di abbigliamento ignifugo e resistente alle fiamme.

Con la manutenzione degli abiti per i dipendenti nella produzione e nel commercio degli alimenti, l'abbigliamento professionale viene controllato a livello igienico ai sensi di RABC. In tal modo MEWA è il primo erogatore di servizi in Europa ad utilizzare il sistema RABC e a lavorare ai sensi della norma 14065. MEWA ha intenzione di mostrare la sua presenza negli stati confinanti come ad esempio Belgio, Francia e Austria.

Già nel 1996 l'attività era stata ampliata in Svizzera e in Repubblica ceca. Vicino Milano viene costruito uno stabilimento per poter assistere i clienti italiani direttamente in loco. In Spagna, il gruppo aziendale ha fondato la MEWA Servicio Textil, S.L. In Francia nel 2007, una società di produzione ha assunto in comando della ditta. Nell'anno 2008, per il nostro centenario, ci sono già 4.115 dipendenti a lavorare per MEWA in 43 stabilimenti in Belgio, Francia, Spagna, Italia, Austria, Svizzera, Olanda, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia.

1990-2000 Crescita tramite la qualità

Nel 1991 lavoravano per MEWA oltre 3.000 dipendenti in 21 stabilimenti. Nel corso dei decenni passati, il numero dei clienti è cresciuto da 35.000 a 82.000. Il gruppo aziendale viene strutturato negli anni novanta in quattro ambiti commerciali.

La direzione era assunta da Tilman Damm per marketing e distribuzione, Klaus Jürgen Gerdum per i clienti e l'organizzazione, Rudolf Küttelwesch per la tecnica e la produzione e Bernhard Niklewitz per il settore servizi aziendali. Gabriele Gebauer e Rolf Beisse compongono il consiglio di amministrazione. Il servizio clienti viene ulteriormente migliorato: Nel 1990 MEWA introduce un'ampia gestione di qualità e definisce come obiettivo aziendale "Zero errori per evitare insoddisfazione o reclami dei clienti".

Nel 1992 MEWA è il primo erogatore di servizi a ricevere la certificazione ai sensi della norma di assicurazione di qualità internazionale DIN ISO 9001. I miglioramenti decennali relativi alla tecnologia ambientale vengono confermati ufficialmente nel 1997. MEWA è la prima ad avere la certificazione settoriale ai sensi di ISO 14001. Inoltre la direzione commerciale decide di ampliare il portfolio dell'azienda. Con il settore commerciale "MEWA commercio tecnico" l'azienda offre ai suoi clienti già a partire dalla metà degli anni 90 una gamma completa di articoli per la protezione sul lavoro e un catalogo di forniture tecniche da acquistare.

1978-1990 La tutela ambientale viene prima dell'espansione aziendale

Nel 1980 la MEWA con la zia del fondatore aziendale Hermann Gebauer, Gabriele Gebauer, e suo marito Rolf Beisse diedero vita alla terza generazione. All'inizio degli anni 80 propose una nuova linea di pensiero: Noi vogliamo essere i migliori dei nostri clienti. Quindi con lo stesso impegno e con lo stesso pensiero imprenditoriale orientato sui servizi da erogare, i tecnici e gli ingegneri della MEWA si sono dedicati alla tutela ambientale. Già allora il motto della nuova amministratrice MEWA era: la tutela ambientale viene prima dell'espansione aziendale.

Già nella metà degli anni 70, MEWA ha installato i primi impianti autonomi di trattamento delle acque di scarico. Essi erano pionieristici per la tecnologia di allora.

Gli ingegneri MEWA erano particolarmente fieri di un sistema ben escogitato per il risparmio energetico. Oltre al riciclaggio energetico degli oli esausti estratti dal processo di pulizia nel trattamento delle acque di scarico, nel 1980 furono utilizzati per la propria volta gli scambiatori di calore e le centrali termoelettriche a blocco.

Con la realizzazione di un nuovo sistema di distribuzione è stata ampliata la posizione di mercato in Germania, Austria, Belgio e Francia.

1960-1978 Abbigliamento professionale nel servizio completo.

Con prodotti attuali, tecnologie moderne e i primi stabilimenti in Europa, MEWA negli anni settanta ha conquistato nuovi mercati. Già nel 1961, Käthe Draub, vedova del figlio di Hermann Gebauer, morto nella seconda guerra mondiale, era ai vertici dell'azienda. Nel 1965 ha stabilito la sede aziendale del gruppo imprenditoriale a Wiesbaden. Non è cambiata solo la sede aziendale, ma nel 1968 è anche cambiata l'offerta.

Abbigliamento professionale nel servizio tessile. La nuova idea commerciale fu ben accetta dai clienti.

Abbigliamento professionale a noleggio - finora in Germania non era noto. La richiesta era enorme. Alla fine del 1969 MEWA vestiva oltre 10.000 persone. Anche se ad esempio la lavanderia ad Hameln funzionava con una modalità a tre turni a tutte le ore, a stento era possibile gestire tutti gli ordini.

Iniziò la lavorazione industriale dei tessuti in grande stile: Le lavanderie per gli abiti professionali furono dotate di lavatrici / centrifughe, asciugatrici e tunnel finisher, è stato possibile garantire una cura degli abiti adeguata per i clienti. Alcuni anni dopo, gli impianti moderni di lavaggio, le presse e le asciugatrici negli impianti di lavaggio dei panni tecnici hanno preso il posto dei vecchi impianti di lavaggio controcorrente e centrifughe. Inoltre fu utilizzata l'elaborazione dati nella gestione e assistenza clienti.

Nel 1974 MEWA ha messo piede all'esterno e ha fondato lo stabilimento in Belgio. Nel 1975, MEWA ha rilevato il gruppo austriaco Habsburg-Excelsior. Nel 1978 è stata ampliata l'attività in Francia.

1945-1960 Ripristino dopo la seconda guerra mondiale

Dopo la seconda guerra mondiale, Hermann Gebauer di Norimberga iniziò la ricostruzione dell'azienda. Le filiali distrutte in maggior parte durante la guerra Norimberga, Neu-Isenburg, Mönchengladbach, Stoccarda Amburgo, vennero ripristinate in breve tempo e ricominciarono la produzione.

I vecchi clienti come ad esempio la Reichsbahn, l'attuale Bundesbahn e le officine Volkswagen ritornarono a farsi sentire. Anche nuovi clienti come le case editrici di riviste furono interessate al sistema sostitutivo MEWA.

Il primo dell'anno del 1953 morì il direttore dell'azienda, Hermann Gebauer all'età di 75 anni. Dopo la sua morte, sua figlia Charlotte assunse la direzione della MEWA.

Per l'anniversario del 1958, la MEWA aveva nuovamente 400 dipendenti. In totale in quell'anno furono lavati 70 milioni di panni tecnici realizzando un fatturato di 8,45 milioni di marchi. Intanto i panni venivano tessuti nelle fabbriche MEWA presso lo stabilimento di Hameln.

1908-1945 Tessere, lavare e sostituire

Nel 1908, il commerciante Hermann Gebauer ha fondato la "Mechanische Weberei Altstadt GmbH" ad Ostritz-Altstadt vicino Görlitz, Sassonia, con 20 dipendenti. Il fondatore aziendale offriva un servizio del tutto nuovo: MEWA ha prodotto panni tecnici per la pulizia di macchine e impianti. "Tessere i tessuti, poi lavarli e sostituirli in caso di usura"; era questo il modello di questa giovane impresa.

Per il lavaggio dei panni tecnici, il fondatore aziendale trovò presto delle lavanderie pronte a collaborare con la sua azienda. Successivamente negli anni venti e trenta, seguirono delle lavanderie proprie interne all'azienda.
Già all'inizio del ventesimo secolo c'era una grande crescita del fabbisogno dei materiali di pulizia. Olio, grassi, solventi e colori rendono il lavoro nelle fabbriche di macchinari, nelle fonderie e nelle acciaierie qualcosa di veramente pesante. Molto spesso, le macchine sono state pulite quasi esclusivamente con vecchi stracci o cascami di lana. Dopo l'utilizzo, questi panni intrisi venivano semplicemente gettati nella caldaia. Questa soluzione non solo non era adatta agli scopi industriali ma era anche molto costosa nel lungo termine. In tal modo le idee vengono attuate in modo rapido.

Ancora durante l'anno di fondazione, Hermann Gebauer è riuscito ad inserire il suo primo grosso cliente nel registro clienti: le ferrovie sassoni, la più grande impresa di tutta la Sassonia. Già nel 1909 è stato necessario espandere il territorio aziendale. All'inizio degli anni venti, il registro clienti MEWA era considerato quasi la bibbia dell'economia tedesca. Oltre alle ferrovie imperiali, fra gli utenti dei panni tecnici MEWA c'erano nomi come Siemens, AEG, Bayer, Henschel o Leuna-Werke.

Fino all'inizio della seconda guerra mondiale, in Germania e in Austria ci sono 14 stabilimenti MEWA. 1200 dipendenti lavorano per rifornire di panni tecnici 18.000 clienti industriali e commerciali nelle relative regioni.